La Tanzania ci offre tantissime sorprese, e alcune di esse sono letteralmente preziose, come la Tanzanite.

La Tanzanite è una gemma appartenente alla famiglia della zoisite ed è stata scoperta molto recentemente nei pressi di Arusha: è considerata la pietra dei nati nel mese di dicembre.
Si tratta di una pietra rara, a volte più rara dei diamanti, e caratterizzata da un colore blu tendente al viola molto particolare. E' molto apprezzata e richiesta: deve il nome Tanzanite alla celebre gioielleria Tiffany & Co. di New York che la battezzò in questo modo per sottolineare il luogo di provenienza della gemma.

La storia della Tanzanite si fonde con la cultura Maasai: la leggenda narra che i primi a scoprire davvero questa pietra furono proprio dei pastori Maasai i quali, da quel momento, la donarono alle proprie mogli ogni qualvolta mettevano alla luce un figlio maschio. Tutt'oggi la tradizione permane. Il colore della pietra, il blu, è considerato sacro, positivo e portatore di fortuna.

Somiglia molto ad uno zaffiro, anche se è meno dura, ma secondo gli esperti lo supera in bellezza. Famosa è la definizione di un esperto gemmologo, il quale affermò che "la Tanzanite appare come lo zaffiro vorrebbe essere".
Conosciuta soprattutto nella sue veste blu-violacea, la Tanzanite in realtà può essere anche di altri colori come giallo, verde, arancio, rosa e anche bicolore, con il blu che si fonde con il verde.

La più grande Tanzanite è un cristallo lavorato di 737,81 carati, mentre la più famosa è la "regina del Kilimangiaro", una pietra di 242 carati posizionata su una tiara con più di 900 diamanti e conservata nel museo canadese di Toronto. La tiara appartiene alla collezione privata di uno dei massimi dirigenti della Apple Computer.